Bassano - Mühlacker: quando le buone prassi finiscono in birra

Bassano - Mühlacker: quando le buone prassi finiscono in birra - andolfatto.it

Impazzava nei giorni scorsi sulla pagina facebook "Bassanosenzacensura" una polemica tanto assurda quanto il pensare al gemellaggio di Bassano con Mühlacker, a causa della anticipata chiusura dello stand fieristico tedesco rimasto anzitempo senza birra, come a qualcosa da valutare in termini di organizzazione e incapacità logistica.

E’ qui il caso di risparmiare ai lettori i commenti dei «leoni da tastiera de noaltri», non fosse altro per il fatto che mai tante cattiverie si erano lette nei confronti della cittadina tedesca con la quale Bassano intesse rapporti sin dagli anni ’70 senza che questi, stando al tenore dei commenti, se ne siano accorti, tanto da farsi bastare un rapido ricorso a wikipedia per un inquadramento topografico e niente più.

Eppur bisogna proprio andare al secolo scorso per scoprire che in Prato Santa Caterina sotto il classico tendone da circo la birra scorreva a fiumi, si beveva alla salute dell’ospite forestiero che a Bassano si presentava giusto con un presente per le famiglie ospitanti che altrettanta ospitalità avrebbero trovato in Germania l’anno successivo.

Anni ’70: sono gli anni nei quali dopo cento di nostra emigrazione i flussi si invertivano e cominciava quella di ritorno.

Anni ’70: erano quelli in cui il Parlamento espressione delle rappresentanze politiche nazionali lasciava il posto ad una rappresentanza eletta direttamente dai cittadini europei ed è, infatti, del 1979 la prima elezione diretta degli euro parlamentari.

Anni 70: erano quelli in cui tale Frank Fuchs e la moglie Christa vedevano istituzionalizzare il loro rapporto con Bassano del Grappa i cui legami personali risalenti al 1956 quando avevano fatto tappa a Bassano durante il loro viaggio di nozze in motoretta verso Venezia, trovavano rinnovato slancio nel Movimento Europeista bassanese e nelle molte attività di interscambio e visita alle istituzioni europee favorite da Orazio Parisotto il quale, già insegnante di Educazione fisica al Liceo Brocchi, aveva imboccato la carriera di funzionario dell’Unione.

Nel 1973 viene aperto proprio da Frank Fuchs il Comitato Assistenziale Italiano e nel 1975 il Centro Italiano e Casa dell’Amicizia istituito a Mühlacker per l’assistenza linguistica e burocratica agli italiani lavoratori lì emigrati e bisognosi di aiuto per l’integrazione delle loro famiglie.

Da allora è stato uno scambio costante di visite istituzionali riproposte da ciascuna nuova Amministrazione per mettere a confronto le buone prassi delle due cittadine in ordine all’istruzione, la cultura, l’offerta turistica, i servizi sociali e socio sanitari i cui metodi, professori e rappresentanti degli Enti bassanesi andavano a confrontare con attese di reciproca crescita.

Che in ordine a tutto ciò tante cose siano sfuggite a chi aveva tanto a cuore la mescita allestita in Piazzetta Guadagnin, può anche starci ma gli è sfuggito anche qualcosa di molto più recente che, invece, testimonia proprio come tutte le nostre Amministrazioni dal 1975 abbiano tenuto in gran considerazione gli amici tedeschi. E’ appena del 28 luglio 2016, infatti, la delibera con cui il Consiglio Comunale di Bassano conferiva la «Cittadinanza onoraria» a quel Frank Fuchs di cui abbiamo detto, mancato nel 2008 all’età di 85 anni, padre nobile del gemellaggio, dedito all’assistenza sociale degli italiani emigrati fino ad imparare lui per primo la lingua italiana per facilitarli nei rapporti con il popolo tedesco.

Insignito della «Stella della Solidarietà Italiana» e «Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana», è di Frank Fuchs e di gente come questa o come Gerhard Ott, altro cittadino onorario proveniente da Muhlacher che dovremmo parlare, non della birra.

(AGC - 2019 10 14 - nella foto: Frank Fuchs)

Anche in Associazione, attenti alle scadenze!

Anche in Associazione, attenti alle scadenze! - andolfatto.it

Clicca sull'immagine e vai allo scadenzario dell'Agenzie delle Entrate. Se hai bisogno di aiuto per bilanci, verbali, dichiarazioni, variazione dati, documentazione e modulistica varia, contattaci: Non Profit Center è dal 1993 al servizio dello sport e del volontariato. Partita Iva n.  04529220289 - Sede a Grantorto (Pd) Via Carlo Alberto, 90 - Uffici in Via Bassanese, 38 a Fellette di Romano d'Ezzelino (Vi).

giancarlo@andolfatto.it

Bike Pass 2019

Bike Pass 2019 - andolfatto.it

Lasciapassare per l'Altopiano 2019

Join your Strava Club

Join your Strava Club - andolfatto.it

Join our Strava Club

Join your Garmin Group

Join your Garmin Group - andolfatto.it

Download .gpx files

Bike Card

Bike Card - andolfatto.it

...and any other Bike Card you need

Servizi per associazioni

Servizi per associazioni - andolfatto.it

Marco Gallinaro Partita_Iva_n.04529220289 Uffici a Grantorto e Romano

andolfatto.it

andolfatto.it

Buon contegno

andolfatto.it

Il mio Brenta